Polline d’api

Che cosa e’ il polline

Il polline d’api è’ la sostanza che nutrisce l’intero alveare ed è utilizzata dalle api per produrre la pappa reale. Le api bottinatrici raccolgono il polline dai fiori e lo trasferiscono alle api nutritrici che lo utilizzano per le larve e le api regine.

Valori nutrizionali del polline

il polline, essendo usato per la nutrizione delle larve, è un alimento completo anche per l’essere umano:
100 grammi di polline contengono circa  (anche se varia da dove il polline è stato raccolto) 300 calorie, per cui è un alimento con un valore energetico adatto per le diete.
Polline miele e zafferano clesia della lucchesiaE’ composto principalmente dal 50% di carboidrati. Contiene la più alta quantità di proteine (circa il 40%). Si possono trovare circa 15-20 amminoacidi liberi, pronti per essere assimilati dall’organismo. In quantità più elevata di amminoacidi si trovano la glutammina, la lisina, la leucina e l’aspartato. A seconda della prevalenza floreale del polline, si possono trovare concentrazioni più o meno alte di diversi amminoacidi ma comunque sono presenti tutti gli amminoacidi principali.

I CARBOIDRATI

Essi variano tra una percentuale del 20-30% e sono costituiti principalmente da glucosio e fruttosio (zuccheri semplici di rapida assimilazione) per cui si adatta bene ai bambini e a chi pratica sport e per chi ha bisogno di energia pronta all’uso.
Il contenuto di fibre nel polline è adatto per il benessere dell’apparato digerente.

I GRASSI

Il polline è un prodotto povero di grassi in cui la percentuale varia dal 1% al 12% a seconda della prevalenza floreale. I grassi sono insaturi (quelli che fanno bene alla salute) oltre agli acidi grassi come ad esempio l‘acido linoleico utilissimo per il cuore e la circolazione.

LE VITAMINE E I SALI MINERALI

La parte principale del polline. E’ L’ALIMENTO CON IL PIU’ ALTO CONTENUTO DI VITAMINE PRESENTE IN NATURA.
Contiene

  • Vitamina A (sottoforma di betacarotene): Ha un’azione antinfiammatoria, contrasta i radicali liberi, protegge dalle malattie alla vista e contrasta lo stress.
  • Vitamina B1: Utile alle funzioni celebrali e al sistema nervoso. Inoltre favorisce la digestione.
  • Vitamina B2: Fa bene alla salute degli occhi ed aiuta la  creazione di nuovi globuli rossi.
  • Vitamina B3: conosciuta anche come niacina o vitamina PP. aiuta a metabolizzare i grassi, i carboidrati e le proteine, migliora la circolazione del sangue e aiuta a ridurre il colesterolo
  • Vitamina B5 contribuisce alla creazione di energia nell’organismo, e aiuta il sistema immunitario.
  • Vitamina B6: Importantissima per il sistema nervoso e per il buonumore e aiuta anche la circolazione del sangue
  • Vitamina B12: contribuisce alla protezione di alcune gravi malattie ed è importantissima per il metabolismo dato che l’essere umano non riesce a sintetizzarla da solo. Va assolutamente integrata nell’alimentazine
  • Acido Folico: fondamentale alla produzione dei globuli rossi e al buon funzionamento del cervello. La sua carenza puo’ portare a disturbi del sonno e a scarsità di concentrazione
  • Vitamina C: E’ fondamentale per lil funzionamento del sistema immunitario

Inoltre è ricchissimo di sali minerali tra cui: fosforo, potassio, magnesio, calcio, silicio, manganese, rame, ferro, sodio, cromo e zinco.

PERCHE’ SI USA IL POLLINE

il polline è considerato a tutti gli effetti un integratore alimentare e puo’ essere utilizzato in sostituzione agli integratori multivitaminici e di sali minerali di sintesi.
E’ particolarmente indicato a chi fa sport per la forte presenza di sali minerali. E’ ideale per lo studio, il lavoro e la vita intensa.
Viene dato ai bambini per aiutare la crescita e aiutare la loro concentrazione nello studio.
Idealmente, per la quantità di elementi che contiene, si potrebbe vivere di solo polline.

LE PROPRIETA’

Il polline è conosciuto per le innumerevoli proprietà che spesso lo fanno preferire alla pappa reale, sia per il costo più basso che per le sostanze non propriamente contenute nella pappa reale.
E’ considerato un potente antinfiammatorio per la presenza di flavonoidi che bloccano l’innesco delle infiammazioni. Inoltre allevia i sintomi delle infiammazioni.
E’ un ottimo stimolante del sistema nervoso centrale, favorisce la rigenerazione dei tessuti e la circolazione del sangue.
Aiuta la disintossicazione da tossine e alcool.
Favorisce il rinvigorimento nei periodi di convalescenza e il buonumore e migliora i disturbi del sonno.Polline 50gr bio clesia miele
Puo’ essere aggiunto a rimedi casalinghi per migliorare la salute della pelle e dei capelli.

CHI USA IL POLLINE’?

Il Polline puo’ essere usato da tutti ma in particolar modo da:

  • Chi ha il colesterolo alto: la vitamina B3 aiuta ad attivare enzimi capaci di rendere il colesterolo disponibile ad altri tessuti anziché lasciandolo nei vasi sanguigni
  • Chi pratica sport: riequilibra la presenza di sali minerali nell’organismo e la presenza del magnesio migliora la resistenza agli sforzi.
  • In periodi di stress o di intenso lavoro
  • Chi è a dieta: aiuta ad accelerare il metabolismo e a bruciare i grassi.
  • Chi deve rinforzare il sistema immunitario. La presenza di manganese, zinco, rame e vitamina C aumenta notevolmente l’efficacia nel combattere le infezioni e nel rigenerare l’organismo dopo una malattia.
  • Chi è in gravidanza: la ricchezza di vitamina C l’assorbimento  di ferro e di calcio, entrambi di cruciale importanza nello sviluppo del feto.
    Il polline d’api contiene anche una buona quantità di acido folico che nelle prime fasi dell’embriogenesi è coinvolto nella formazione del tessuto nervoso centrale. Inoltre i fitoestrogeni, sono di aiuto alla produzione del latte materno.
  • Chi è vegetariano: una dieta vegetariana porta ad una carenza di vitamina B12 e ferro, elementi contenuti solo nelle carni. Il polline d’api è uno dei pochi prodotti vegetali a contenerne una discreta quantità
  • Chi soffre di disturbi del sonno

DOSI E MODI DI ASSUNZIONE

Il polline ha un gusto che è molto variabile, a seconda dei fiori che le api hanno visitato. Il sapore ricorda il fieno e essenze floreali, va assunto a stomaco vuoto e i granuli vanno masticati o sciolti perché lo stomaco non riesce a digerire la pellicola esterna.
Di solito si assume a prima colazione o lontano dai pasti in modo da assimilare bene tutte le proprietà.
Può essere consumato da solo, masticandolo, con un cucchiaio di miele o sciolto in una bevanda.
La dose varia da 1 a 5 grammi al giorno, e si consiglia di assumere un cucchiaio (o due cucchiaini) per gli adulti e mezzo per i bambini (un cucchiaino) per un periodo da 1 a 6 mesi. Successivamente ad una pausa di tre mesi si puo’ re iniziare ad assumerlo regolarmente.

CONTROINDICAZIONI

Gli effetti collaterali aumentano nelle persone allergiche ai pollini a cui possono manifestarsi gli effetti anche se il polline viene solo ingerito.
Si sconsiglia l’uso in età pediatrica.
Inoltre non si conoscono interazioni con farmaci.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1
Bisogno di Info?
Ciao,
Come Possiamo Aiutarti