[fusion_text]Sandro Fè ha illustrato come è possibile effettuare la lotta alla varroa con l’acido formico.
E’ da ricordare che l’uso dei soli principi attivi non è consentito dalla legge per cui si possono solo utilizzare farmaci autorizzati dal Ministero.
Questo vale anche per l’apicoltura biologica.
L’acido formico deve essere fatto evaporare a temperature superiori a 25° ed è preferibile effettuare il trattamento tra la fioritura dell’acacia e quella del castagno. Il trattamento deve essere fatto ad una distanza di tempo tale da consentire all’alveare di non lasciare residui nel miele.

[/fusion_text][one_full last=”yes” spacing=”yes” center_content=”no” hide_on_mobile=”no” background_color=”#e5e5e5″ background_image=”” background_repeat=”no-repeat” background_position=”left top” hover_type=”none” link=”” border_position=”all” border_size=”0px” border_color=”” border_style=”solid” padding=”” margin_top=”” margin_bottom=”” animation_type=”0″ animation_direction=”down” animation_speed=”0.1″ animation_offset=”” class=”” id=””][products_slider picture_size=”fixed” cat_slug=”” number_posts=”5″ carousel_layout=”title_below_image” autoplay=”yes” columns=”5″ column_spacing=”8″ scroll_items=”” navigation=”no” mouse_scroll=”no” show_cats=”no” show_price=”yes” show_buttons=”no” class=”” id=””][/products_slider][/one_full][fusion_text]L’acido formico si pone un buon trattamento tampone e da una buona efficienza anche in termini di costo. I trattamenti vanno comunque tarati in base all’ambiente in cui si trovano acido formico varroa trattamenti lottale api e alla situazione del singolo alveare.

Per un certo periodo l’acido formico blocca la regina e distrugge la colata aperta. È importante comunque la corretta gestione dell alveare e la qualità della regina che spesso sopperisce alle pratiche sbagliate dell’apicoltore.

[/fusion_text][one_full last=”yes” spacing=”yes” center_content=”no” hide_on_mobile=”no” background_color=”#e5e5e5″ background_image=”” background_repeat=”no-repeat” background_position=”left top” hover_type=”none” link=”” border_position=”all” border_size=”0px” border_color=”” border_style=”solid” padding=”” margin_top=”” margin_bottom=”” animation_type=”0″ animation_direction=”down” animation_speed=”0.1″ animation_offset=”” class=”” id=””][recent_posts layout=”thumbnails-on-side” hover_type=”none” columns=”4″ number_posts=”4″ offset=”” cat_slug=”” exclude_cats=”” thumbnail=”yes” title=”yes” meta=”no” excerpt=”no” excerpt_length=”0″ strip_html=”no” animation_type=”0″ animation_direction=”down” animation_speed=”0.1″ animation_offset=”” class=”” id=””][/recent_posts][/one_full][fusion_text]Successivamente si è discusso di un metodo di lotta alla varroa basato sul blocco di covata.
Questa si basa su diversi passi:

  1. trovare tutte le api reginelotta varroa trattamenti blocco covata
  2. Le api regine vengono ingabbiate per 24 giorni. La regina è possibile ingabbiarla in ogni tipo di gabbia e la più comoda e più economica è la gabbia cinese. È importante fare il blocco di covata su tutti gli alveari per evitarla contaminazione da parte degli fuchi che visitano glialtri alveari
  3. al 24º giorno, si effettua il trattamento con una prodotti a base di acido ossalico.  E’ fondamentale fare in modo che in nessun alveare ci sia la covata né che ci sia una regina libera.
    Il blocco di covata deve essere tale da garantire un periodo di fioritura successivo al trattamento per fare in modo che nascano nuove api e riprendere il normale sviluppo dell’alveare. Solitamente non si lascia il melario.
  4. Al 24º giorno si libera alla regina verificando che tutta la covata sia nata e
  5. si lascia l’alveare a riposo per un giorno in modo che ci sia l’accettazione della regina da parte delle api.
  6. Successivamente si esegue il trattamento con acido ossalico gocciolato

Se l’alveare, dopo il trattamento, non ha un numero sufficiente di telai pieni di api bisogna effettuare la nutrizione artificiale.

Dopo quattro giorni si fa un altro trattamento su un campione di alveari e si verifica il grado di infestazione. Se l’infestazione è grave si rifà il trattamento su tutte le postazioni di api.

Se si utilizza l’acido ossalico sgocciolato questo va somministrato con temperature superiori a 10° ed è opportuno utilizzare una maschera per proteggersi da eventuali vapori.

Il trattamento con blocco di covata è il trattamento che risulta essere più economico ed efficace. Questo perché sfrutta il fatto che nell’ alveare non ci sono covate e quindi il trattamento può essere concentrato in unica volta.

Logicamente, durante il trattamento non bisogna permettere l’importazione di miele nei che potrebbe contenere dei residui anche se la maggior parte dei prodotti in commercio garantisce il residuo zero già dal primo giorno.

[/fusion_text][one_half last=”no” spacing=”yes” center_content=”no” hide_on_mobile=”no” background_color=”” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” background_position=”left top” hover_type=”none” link=”” border_position=”all” border_size=”0px” border_color=”” border_style=”” padding=”” margin_top=”” margin_bottom=”” animation_type=”” animation_direction=”” animation_speed=”0.1″ animation_offset=”” class=”” id=””][tagline_box backgroundcolor=”#014a2c” shadow=”no” shadowopacity=”0.7″ border=”1px” bordercolor=”” highlightposition=”top” content_alignment=”left” link=”” linktarget=”_self” modal=”” button_size=”” button_shape=”” button_type=”” buttoncolor=”” button=”” title=”” description=”” margin_top=”” margin_bottom=”” animation_type=”shake” animation_direction=”down” animation_speed=”0.1″ animation_offset=”” class=”” id=””]

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le nostre novità e notizie?
Iscriviti alla newsletter.

[/tagline_box][/one_half][one_half last=”yes” spacing=”yes” center_content=”no” hide_on_mobile=”no” background_color=”” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” background_position=”left top” hover_type=”none” link=”” border_position=”all” border_size=”0px” border_color=”” border_style=”” padding=”” margin_top=”” margin_bottom=”” animation_type=”” animation_direction=”” animation_speed=”0.1″ animation_offset=”” class=”” id=””][fusion_widget_area name=”avada-custom-sidebar-mailchimp” background_color=”” padding=”” class=”” id=””][/fusion_widget_area][/one_half]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1
Bisogno di Info?
Ciao,
Come Possiamo Aiutarti